Esperienza unica di degustazione di Orvieto classico cantina storica Palazzone

Wine Tasting in grotta Etrusca

Tour della Grotta Etrusca nei pressi di Orvieto, alla scoperta della storia del nostro territorio e dell’azienda Agricola Palazzone.

Esperienza enogastronomica ed esplorativa nell’antica Grotta del Musco ai confini tra Umbria, Toscana e Tuscia.

 

Un’origine lontana nel tempo

Il bosco di castagni in cima alla collina nasconde e preserva l’antica Grotta etrusca. Il viaggio attraverso il piccolo sentiero che conduce alla Grotta introduce alla scoperta del passato, degli avvenimenti, tradizioni e trasformazioni che oggi rappresentano la nostra identità, che vogliamo condividere attraverso attività ed esperienze!

La storia della Grotta inizia dal fuoco, quando 600 mila anni fa gli antichi vulcani “Vulsini” con la loro attività hanno generato le rocce dalle quali sono nati piccoli altopiani circondati da pendii scoscesi. Qui sono state costruite molto più tardi città senza tempo, quali Orvieto, Pitigliano e Bagnoregio.

Gli Etruschi e l’arte del vino

Arriviamo al periodo tra IX e il III secolo A.C., è l’epoca degli Etruschi i quali portarono in Italia, in particolare tra Umbria, Lazio e Toscana, la coltivazione della vite utilizzando come vere e proprie cantine alcune cavità ricavate grazie alla malleabilità del tufo. In alcuni casi lo sviluppo delle grotte avveniva su tre livelli: un primo livello in superficie dove avveniva la vinificazione delle uve, un secondo livello per la fermentazione dei mosti e infine un terzo livello in profondità per il mantenimento dei vini.

Una storia di famiglia

La nostra grotta è sempre stata lì, testimone di ciò che da millenni è una costante nel territorio di Orvieto, il vino.
Negli anni ’70, a seguito dell’acquisto del podere, l’abbiamo utilizzata come cantina, per la stagionatura dei salumi e il mantenimento dei vini per la nostra famiglia e noi, bambini, eravamo catturati dal fascino di questo luogo, emblema di una storia antica!

Il vino ai tempi era biologico, ecosostenibile, non per scelta ma per semplice consuetudine.
Stessa tecnica sia per il vino bianco che per quello rosso: la "tina", le fermentazioni con le bucce, la torchiatura a mano, le botti di castagno (il legno dei nostri boschi).
Il luogo era fondamentale; la grotta scavata nel tufo sotto il bosco, dove il buio e l'umidità erano sempre quelli che duemila anni prima, avevano accompagnato qualche guerriero etrusco al riposo eterno.

Dalla Grotta l’idea di un vino unico: MUSCO

Poi tutto è cambiato. La moderna enologia, velocemente, nel tempo della crescita e della morte di una vite, ha stravolto tutto. Ci ha fatto dimenticare storie, attrezzi e consuetudini radicate nei secoli.

Con “Musco” abbiamo voluto solo rimettere in piedi quello che abbiamo vissuto con grande fortuna; gli abbiamo dedicato un pezzo di vigna, mescolando sul filare il Procanico, il Verdello e la Malvasia come era usanza, per far nascere il vino già con l'impronta del carattere dell'uvaggio.
Abbiamo rimesso in uso il vecchio torchio a mano che dopo decenni è ancora capace di far "suonare" il ticchettio dell'ingranaggio ed abbiamo sistemato la pompa a volano. Abbiamo trovato Antonio, un bottaio appassionato, un artista più che un artigiano, ed insieme abbiamo scelto le tavole di castagno per ricostruire le botti.

Poi tutto è stato fatto come una volta, seguendo semplicemente più l'istinto che la tecnica, più il ricordo che la chimica, più la passione che il protocollo.
“Musco” non è solo un vino ma il desiderio di chi con consapevolezza, sapere e utensili antichi vuole mantenere vivo il racconto di una storia senza tempo.

Esperienze e degustazioni in Grotta

Vogliamo guidarvi alla scoperta della Grotta, per vivere esperienze uniche e senza tempo, per condividere le nostre origini, la storia del nostro territorio e quella dell’Orvieto Classico!

Scopri le Degustazioni


Chiama

Scrivi

WhatsApp

Prenota ora